News>La fattura elettronica può sostituire lo scontrino elettronico

La fattura elettronica può sostituire lo scontrino elettronico

I negozianti che dal primo gennaio 2020 sono tenuti all'emissione dello scontrino telematico possono scegliere di sostituire quest'ultimo con la fattura elettronica, così come da normativa attualmente vigente. Conviene oppure si corrono dei rischi? Ecco tutto quello che c'è da sapere per semplificare la contabilità.

Perché la fattura elettronica sostituisce il registratore di cassa telematico

Il tema è talmente scottante che l'Agenzia delle Entrate ha voluto emettere una nota rassicurativa nell'ambito della manifestazione Telefisco, organizzata dal Gruppo Sole 24 Ore. Proprio l'Agenzia chiarisce che, ai sensi della norma attualmente vigente, la fattura telematica, che deve essere inviata entro il termine di 12 giorni dall'avvenuta transazione, sostituisce in tutto e per tutto l'emissione dello scontrino telematico. Adottando questa strada, quindi, gli esercenti possono evitare di dotarsi di registratore di cassa telematico, evitando una spesa aggiuntiva. Ma perché le due forme di fatturazione possono essere considerate interscambiabili? La risposta è molto semplice. Con il registratore di cassa telematico i dati della transazione vengono automaticamente inviati al sistema centrale dell'Agenzia delle Entrate. Lo stesso sistema di controllo, però, viene messo in piedi anche con la fatturazione elettronica in quanto i dati delle singole fatture transitano per il Sistema di Interscambio e solo dopo un attento controllo la fattura viene inviata al legittimo destinatario. In questo senso, quindi, i due strumenti di fatturazione sono interscambiabile e ciò che li differenzia è solo l'immediata disponibilità di un documento che viene rilasciato al cliente: con lo scontrino telematico la ricevuta fiscale è immediata mentre con la fattura elettronica intercorrono 12 giorni. Anche in questo caso l'Agenzia delle Entrate ha voluto rilasciare una precisazione per gli utenti invitandoli comunque a rilasciare una semplice ricevuta cartacea come promemoria, pur se non vi è alcun obbligo in tal senso.

I vantaggi della scelta della fatturazione elettronica al posto dello scontrino telematico

I vantaggi nello scegliere la fatturazione elettronica invece dell'installazione in negozio di un registratore di cassa elettronico sono numerosi. Il primo e più evidente è sicuramente quello economico. Il costo di un registratore di cassa elettronico non è particolarmente conveniente e soprattutto grava interamente sulle spalle del commerciante. Alcuni negozianti lamentano del fatto, però, che per emettere una fattura elettronica occorre inserire nel documento i dati del cliente quali ad esempio il nome e il codice fiscale, la partita iva, l'indirizzo e così via. Sicuramente questi dati non sono necessari in caso di adozione del registratore di cassa elettronico ma è anche vero che spesso queste informazioni sono comunque necessarie in molti casi, quindi non è poi così scomodo ricorrere allo fattura elettronica invece dello scontrino. Non va dimenticato, infine, che esistono dei software che aiutano nella compilazione e nell'invio della fattura elettronica e questo consente di rendere la contabilità più semplice e veloce oltre che più economica.

Come realizzare delle fatture elettroniche velocemente

Un software pensato per la realizzazione della fatturazione elettronica è SdiPec che è completamente gratuito e sfrutta la pec, quindi la posta elettronica certificata, per l'invio della fattura al Sistema di Interscambio dell'Agenzia delle Entrate. Con un sistema del genere emettere fattura elettronica è semplice e veloce e non comporta alcuno sforzo da parte del negoziante che può dire così addio per sempre all'acquisto di un registratore di cassa elettronico.

Attenzione, SDiPEC è in versione Beta, se riscontri anomalie, segnala subito il bug al servizio assistenza