News>Fattura elettronica, puoi riceverla anche senza codice destinatario

Fattura elettronica, puoi riceverla anche senza codice destinatario

A breve sarà un anno dall'introduzione della fattura elettronica e quindi si avvicina il momento dei primi bilanci di questa novità che senza dubbio ha impattato fortemente sulle aziende e sui liberi professionisti. Tuttavia, a quasi un anno di distanza dalla sua introduzione, vi sono ancora alcuni aspetti della fattura elettronica che non sono del tutto chiari ai contribuenti, come ad esempio se per riceverla serva obbligatoriamente il codice destinatario oppure se tale obbligo attualmente non sussista.

La domanda che ancora oggi, a quasi 12 mesi dall'introduzione della fatturazione elettronica, molti liberi professionisti o titolari di azienda si pongono è se il codice destinatario sia elemento fondamentale per poter ricevere correttamente la fattura. Ebbene, la prima cosa da tenere presente è che qualsiasi possessore di una partita IVA può liberamente scegliere tra due strade alternative, consistenti nel ricevere le fatture elettroniche tramite un canale telematico ad hoc o per mezzo di un indirizzo di posta certificata.

Il canale telematico, a cui è associato quello che viene definito "indirizzo telematico" può essere "predefinito" attraverso una registrazione che deve essere obbligatoriamente effettuata nel portale Fatture & Corrispettivi. In questo caso il libero professionista o l'azienda che va ad emettere una fattura elettronica ha sempre l'onere di andare ad indicare nello spazio dedicato al codice destinatario 7 zeri. In questo modo il Sistema di Interscambio recapiterà la fattura all'indirizzo telematico collegato alla partita IVA che ha effettuato la registrazione. Bisogna essere consapevoli che nel momento in cui il canale telematico non dovesse risultare predefinito, risulterà assolutamente necessario indicare nella fattura elettronica il cosiddetto "codice destinatario". Tale accortezza risulterà fondamentale in quanto il sistema di interscambio in un caso simile non risulta attrezzato per poterlo collegare ad una partita IVA specifica.

Quindi, a conti fatti, non risulta assolutamente obbligatorio il codice destinatario per poter ricevere una fattura perchè al momento questo non è previsto come un obbligo a livello normativo.

Attenzione, SDiPEC è in versione Beta, se riscontri anomalie, segnala subito il bug al servizio assistenza